Viale Lombardia, 89 – 20131, Milano
Tel. +39 02/2824973 – Fax: +39 02/2871197 - PEC: miis079008@pec.istruzione.it - E-mail: miis079008@istruzione.it - didattica@iiscaterinadasiena.gov.it

REGOLAMENTO PASSAGGI  2018-2019

REGOLAMENTO PASSAGGI FRA INDIRIZZI DI STUDIO

 

Le decisioni in merito ai passaggi di indirizzo sono di competenza del Dirigente Scolastico, che si avvale della consulenza e della collaborazione del proprio staff.

Nelle operazioni di cui al presente Regolamento, gli alunni interni dell’IIS Caterina da Siena di Milano, sentito il parere dei rispettivi Consigli di Classe, hanno la precedenza sugli alunni esterni.

 

Condizioni generali da considerare per la gestione dei passaggi:

  1. Disponibilità del posto nella classe e nell’indirizzo di studio richiesto. Tale disponibilità, accertata solo a conclusione degli scrutini finali, non può essere garantita in anticipo.
  2. Studenti entro l’obbligo di istruzione per passaggi di tipo orientativo tipici del 1^ Biennio.
  3. Valutazione delle motivazioni alla base della richiesta di trasferimento o di passaggio.
  4. Valutazione del curricolo dello studente richiedente.

 

Verranno esaminate ed eventualmente accolte, nell’ordine:

  1. le domande di alunni interni ed esterni promossi a giugno e che hanno seguito un percorso di

studi regolare

  1. le domande di studenti col giudizio sospeso in una disciplina, provenienti da un percorso di studi regolare
  2. le domande di studenti col giudizio sospeso in due o più discipline, provenienti da un percorso di studi regolare
  3. le domande di studenti non ammessi all’anno successivo, provenienti da un percorso di studi

        regolare.

 

 

PASSAGGIO DI STUDENTI DA E VERSO IL SISTEMA DI ISTRUZIONE STATALE

(percorso di cinque anni)

 

CLASSI PRIME

Entro la fine del mese di dicembre (non oltre l’inizio delle vacanze natalizie, in modo da favorire l’eventuale recupero dei contenuti delle discipline di indirizzo): è possibile un passaggio diretto da qualsiasi indirizzo o percorso di istruzione. Se il passaggio riguarda indirizzi o percorsi diversi, lo studente è tenuto a riallinearsi sui contenuti delle materie di indirizzo, seguendo le indicazioni del Consiglio di classe ricevente.

 

Da gennaio  sono possibili i passaggi in corso d’anno esclusivamente per alunni provenienti dalla classe corrispondente del medesimo ordine, tipo e indirizzo di studio.

SOLO PER TRASFERIMENTO DA ALTRA CITTA’ DEI GENITORI/TUTORI O ALTRA DOCUMENTATA MOTIVAZIONE CHE EVIDENZIA LA REALE NECESSITA’ DI UN TRASFERIMENTO

Non è consentito, invece, il passaggio di alunni per classe corrispondente a quella frequentata ma provenienti da istituti di ordine, tipo e indirizzo diverso.

 

CLASSI DALLA SECONDA ALLA QUINTA

In corso d’anno: sono possibili i passaggi in corso d’anno esclusivamente nei confronti di alunni provenienti dalla classe corrispondente del medesimo ordine, tipo e indirizzo di studio.

SOLO PER TRASFERIMENTO DA ALTRA CITTA’ DEI GENITORI/TUTORI.

Non è consentito, invece, il passaggio di alunni per classe corrispondente a quella frequentata provenienti da istituti di ordine, tipo e indirizzo diverso.

 

In caso di passaggio fra indirizzi di studio differenti è necessario integrare il curricolo dello studente con le materie non comprese nel curricolo di provenienza: tale integrazione è oggetto di esami specifici (prove integrative definite dal CdC a cui sarà destinato lo studente), sostenuti nel mese di settembre prima dell’inizio delle lezioni in base al calendario definito dall’istituto che non potrà subire modifiche per adeguarsi a eventuali esigenze personali (prove di recupero, viaggi familiari, ecc.).

 

PASSAGGI DI STUDENTI DA PERCORSI  IeFP, DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE

(triennali/quadriennali)

AL SISTEMA DI ISTRUZIONE STATALE (quinquennali)

 

Gli alunni frequentanti classi IeFP possono richiedere il passaggio a classi di percorsi tecnici o professionali esibendo all’istituto:

  • il documento di ammissione alla classe successiva (nel caso di frequenza in classe prima o seconda)
  • il diploma di qualifica (classe terza)
  • il diploma di tecnico (classe quarta)

 

A fronte di tale richiesta l’Istituto provvede al riconoscimento dei crediti* sulla base del DM 86/2004 e della OM 87/2004, nelle more degli adempimenti di cui al D. Lgs 226/2005, art. 1, c. 9.

Il riconoscimento dei crediti e l’ammissione dello studente in una classe di istituto tecnico o professionale potranno essere effettuate solo al termine dello scrutinio o degli esami di qualifica o del conseguimento del diploma IeFP.

Gli alunni dei corsi IeFP possono comunque esprimere, in corso d’anno, una manifestazione di interesse circa un eventuale passaggio, sottoscrivendo il modulo predisposto dall’Istituto.

La Domanda di passaggio è presa in considerazione dall’Istituto, come già sottolineato sopra, solo ed esclusivamente al termine dello scrutinio degli esami di qualifica o di tecnico IeFP.

Per gli alunni che frequentano la classe TERZA IeFP suddetto modulo non sostituisce la domanda di iscrizione alla classe quarta IeFP, pertanto gli studenti che intendono proseguire con il percorso IeFP (in caso di esito negativo della richiesta di passaggio) devono presentare entro i termini previsti la richiesta di iscrizione alla classe successiva (QUARTA IeFP).

 

 

Ai fini del passaggio tra percorsi differenti la procedura da seguire prevede il seguente iter:

 

  1. richiesta in forma scritta da parte degli interessati su apposito modulo scaricabile al seguente link   Modulo richiesta passaggi

 

  1. presentazione del modulo di richiesta al referente della Commissione (regolarmente costituita nel rispetto delle OO.MM.) entro e non oltre il 30 aprile, previo appuntamento da richiedere via e-mail ai seguenti indirizzi:

        Per il settore grafico (Professionale e Regionale) prof.ssa MEO IDA

        Per il settore moda (Tecnico, Professionale e Regionale) prof. RAFFA ANDREA

        E-Mail dei referenti: passaggi@iiscaterinadasiena.gov.it

  1. valutazione della domanda e dell’esaustività della documentazione
  2. iscrizione ai test di accertamento delle competenze entro e non oltre il 30 maggio
  3. accertamento delle competenze richieste dal percorso e riconoscimento del credito

 

* il riconoscimento dei crediti, ai sensi dell’OM n. 87/2004, prevede l’accertamento delle competenze minime, che  avviene attraverso una serie di prove predisposte dalla Commissione (orali, scritte, pratiche), da effettuarsi entro il mese di giugno.

 

 

 

Programmazione Passaggi

Programma - Professionale Grafica Visualizza
Programma - Regionale Grafica Visualizza
Programma - Tecnico Moda Visualizza
Programma - Professionale Moda  Visualizza
Programma - Regionale Moda Visualizza

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.