Viale Lombardia, 89 – 20131, Milano
Tel. +39 02/2824973 – Fax: +39 02/2871197 - PEC: miis079008@pec.istruzione.it - E-mail: miis079008@istruzione.it - didattica@iiscaterinadasiena.gov.it
INTERVISTA AD ALICE RACHELE ARLANCH (Miss Italia 2017)

Miss, mia cara miss

 Milano, studi televisivi di “Infront Italy”. Conferenza stampa per la finale della settantanovesima edizione di Miss Italia con Francesco Facchinetti e Diletta Leotta, i due conduttori dell’evento. Sul palco insieme a loro ci sono Patrizia Mirigliani, organizzatrice del concorso di bellezza, Alice Rachele Arlanch, Miss Italia 2017, Giulia Auer, eletta Miss Eleganza 2018, Gianluca Foschi, vicedirettore di “La7”, Luigi De Siervo, amministratore delegato di “Infront Italy” e Valerio Zoggia, primo cittadino di Jesolo. Tra i giornalisti di carta stampata, televisione, radio e internet c’erano anche Matteo Fierro e Simone Manieri della V BG che, grazie a “School Magazine”, hanno avuto la possibilità di fotografare e intervistare i protagonisti del mondo di Miss Italia.

Bellezza e concretezza

 Un anno straordinario in cui si è “buttata” nel lavoro sfruttando i timori per costruire la sua forza. La trentina Alice Rachele Arlanch, 22 anni, si prepara a deporre lo scettro dopo mesi «nel frullatore», come ci ha raccontato, tra sfilate, ospitate televisive, fiction e inaugurazioni in giro per l’Italia. Miss Italia è stata per lei un regalo «di quelli che ti cambiano la vita per sempre e ti fanno capire quello che si vuole e si può fare». In questo lungo anno ha imparato qualcosa in più sulla bellezza e sui social?«Certo, è bello che le persone ci apprezzino per quello che siamo e non solo per quello che mostriamo. Sui social deve prevalere la stessa regola, perché la bellezza può nascondersi anche nei particolari e nelle piccole cose. Uso “Instagram” e amo farmi vedere come sono realmente, senza filtri». Che cosa è pronta a fare dopo aver lasciato la corona? «Mi piacerebbe diventare una conduttrice televisiva, possibilmente di un programma sportivo. Prima di farlo, però, dovrò affrontare un percorso di preparazione. Mettermi alla prova, affrontare nuove sfide non mi spaventa. So che la strada è ancora tanto lunga, ma sono sicura che un giorno realizzerò questo mio sogno».


Pubblicata il 17 settembre 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.